Olumano

Olumano è un cognome e un corso.
Deriva da “all humas” e trascorre come una via segnata da un titolo.
All’inizio era il verbo. Al contempo il nome.
Prima dell’inizio non v’era un nominare?
Questo flusso emerge da sconfinate riferite bibliografie inscritte in un’unicum
“mentale” che sancisce un’esclusiva immagine immutabile e infinitamente ricca di sè.
Il definirsi è un fare-cultura. Un epifenomeno: un software postumo ma contestuale.
Prossimo ma spaziale.
Le attvità di ordine si mescolano per partecipare e per essere participio: NATURA.
Emergono flutti di tempo e territori come arbitrio. Sono necessari dalla scelta in avanti.
Laddove non-visti decadono.
Refrattario ma sostanziale, funzionale ma preposizionale: bidirezionale.
Nel “linguaggio homo” le informazioni circolano in due direzioni: forse non siamo macchine di noi stessi.

Scrivi un tuo pensiero