CORSO DI FORMAZIONE Y.E.S.

YOGA ECO SCUOLA: La scuola di formazione per insegnanti di yoga ad “epoche” o prevalente. 

Y.E.S.® – YOGA ECO SCUOLA dal 2018, è certificata da YOGA ALLIANCE® ITALIA – INTERNATIONAL a livello internazionale come scuola di formazione yoga RYS 500 PLUS ed  è abilitata al rilascio di certificazioni internazionali per corsi di formazione insegnanti yoga RYT 500 PLUS.

yoga RYT 500 PLUS

Il corso di formazione insegnanti yoga  Y.E.S.® – YOGA ECO SCUOLA approvato da Yoga Alliance Italia – International contiene il 90% di ore didattiche frontali e le stesse sono tenute all’80% da Monica Bonello – certificata Maestro Esperto ERYT 1500 e RCYT

certificato Maestro Esperto ERYT 1500
certificato Maestro Esperto ERYT 1500

L’insegnamento dei moduli viene impartito a periodi chiamati “epoche”: fin dalla prima classe della scuola, le discipline principali vengono proposte dagli insegnanti di classe una per volta, in moduli di 3/4 ore, per un tempo continuativo che va dai due/tre o quattro/cinque incontri per ogni modulo, ripartiti nell’arco dell’anno.

Evitando la frammentazione dell’insegnamento, si favorisce lo sviluppo della capacità di concentrazione, la comprensione, l’approfondimento, l’acquisizione e la padronanza da parte dello studente dei contenuti proposti. L’esperienza mostra che le nozioni già acquisite riemergono, anzi, dopo un periodo di riposo, con un livello di maturazione e di comprensione superiore a quanto prima conseguito.

Nell’ambito di ciascuna lezione, ogni disciplina è proposta in modo che siano sviluppati l’aspetto operativo, quello affettivo-emozionale e quello cognitivo.

L’insegnamento della scuola è strutturato in epoche secondo una tipologia Staineriana di formazione.

Non può essere descritto un programma annuale ma un percorso/processo di maturazione attraverso l’esperienza dei moduli o insegnamenti che procedono per obiettivi formativi. strutturandosi ogni anno secondo un percorso in epoche appunto, periodi di insegnamento di un modulo.

Per cui nel corso dei tre anni si avvicenderanno le stesse materie che con un filo conduttore percorrono un approfondimento culturale ed esperienziale.

• Il corso ha durata triennale.

• Il Terzo anno sarà un masterato di Yoga specifico per la pratica e l’insegnamento dello Yoga e per Yoga intendiamo non solo le posture, asana, ma l’intero apparato di conoscenza che porta all’unità psicofisica dell’individuo e alla trasformazione individuale interiore.

• Lo studio e la pratica si focalizzeranno in maniera approfondita sulla percezione dei sistemi corporei anatomici in correlazione alla pratica Yoga, giacchè il nostro corpo è il laboratorio di trasformazione alchemica attraverso il quale sperimenteremo i cambiamenti.

• A quest’ultima annualità possono partecipare solo gli studenti che hanno terminato il secondo anno con successo dopo una sessione di esame di verifica nonchè gli insegnanti in possesso di una attestazione di frequenza di almeno 200 ore e altri patricanti, allievi di Yoga i quali potranno fare richiesta di attestato di partecipazione.

OBIETTIVI

Il proposito del corso è quello di formare facilitatori in grado di padroneggiare tutto l’apparato di tecniche yogiche e bioenergetiche a disposizione, al servizio di un costante ed amorevole spirito di condivisione del proprio percorso di ricercatori olistici consapevoli.

A questo inderogabile impegno personale che l’allievo si prende scegliendo il percorso yogico, la scuola offre il supporto di un apprendimento e approfondimento costante di tutta la tradizione filosofica orientale, di comprovate tecniche psico-fisiche e di una strutturata metodologia didattica.

L’essenza stessa dell’insegnamento yogico è scevra da qualsiasi chiusura dogmatica e non preclude né prevede nessuna appartenenza religiosa personale.

MODULI DI INSEGNAMENTO

Il 10% delle ore didattiche frontali è dedicato alla pratica di insegnamento di classi yoga per consolidare le proprie conoscenze e la pratica di insegnamento

  • TPY Teoria e Pratica dello Yoga – Tecniche e Pratica di Insegnamento – 220h 

Routine di una lezione, come gestire un gruppo di lavoro, il linguaggio e sue implicazioni nella relazioni di cura.

Asana: benefici, controindicazioni, indicazioni terapeutiche.

Anatomia esperienziale. 

  • METODOLOGIA DIDATTICA e DEONTOLOGIA dell’INSEGNAMENTO – 50h

Posizione dell’insegnante nei confronti dell’allievo.

Chi insegna deve essere a disposizione di chi non conosce agevolandolo nella sua ricerca.

Importanza della precisione: dare esatte ed esaustive indicazioni a chi è in ricerca.

Ci proponiamo di mettere l’allievo in condizioni di poter fare una sintesi e di integrare concetti che apprende nelle varie discipline, di farli propri per poi poterli trasmettere ad allievi futuri.

Temi principali:

  • Come orientarsi tra i vari metodi di insegnamento
  • Accoglienza e osservazione degli allievi
  • Come strutturare una lezione

Vari modi per aprire una lezione di yoga: tecniche di riscaldamento e di svolgimento.

Come strutturare e condurre una sequenza di asana.

Esempi di sequenze.

Come introdurre e in che misura e ordine vari gruppi di asana.

Importanza dell’attenzione e della precisione durante l’esecuzione delle asana.

Chakra e fisiologia sottile.

Pranayama, mudra, bandha dove inserirli in una lezione e con che criterio sceglierli.

Come condurre una seduta (rilassamento, Yoga nidra, meditazione).

Come e quando usare dharma dhyama in una seduta di Hatha Yoga

  • ETICA PROFESSIONALE per INSEGNANTI di Yoga e DEONTOLOGIA dell’INSEGNAMENTO – 10h
  • VALUTAZIONE RISCHIO – 30h

Valutare i rischi potenziali che possono sorgere durante la pratica e insegnamento delle asana.

  • CREARE SEQUENZE YOGA – 40h

Procedure di simulazione di lezioni frontali.

  • NOMENCLATURA SANSCRITA DEGLI ASANA – 10h

Parole legate alla tradizione dello Yoga e il loro significato profondo. 

  • OSSERVAZIONE, ASSISTENZA e AGGIUSTAMENTI – 30h

Durante la pratica e insegnamento delle asana.

  • ANATOMIA ESPERIENZIALE: FISIOLOGIA e ANATOMIA dello YOGA – 40h

Esplorazione sistematica del corpo per verificare i rapporti tra l’anatomia come scienza descrittiva e l’esperienza personale.

Esame delle singole componenti anatomiche: parte teorica, parte pratica, esercizi di esplorazione anatomica del corpo umano.

  • ASANA BANDHA MUDRA – 50h 

ASANA

  • Pratica delle asana
  • Studio delle asana dai testi (Yoga Sutra di Patanjali, Hatha Yoga pradipica, Gheraṇḍa Saṃhitā)
  • Posizioni sedute, in piedi, sdraiate
  • Allungamento anteriore, posteriore, laterale
  • Torsioni
  • Equilibrio
  • Posizioni capovolte
  • Varianti
  • Bandha: effetti a livello fisiologico e mentale. L’applicazione dei banda consente di stimolare i canali energetici e di prevenire inconvenienti che potrebbero insorgere nelle pratiche avanzate di Hatha Yoga. Effetti nel corpo mentale. 

BANDHA

  • Mula bandha
  • Uddiyana bandha
  • Salandhara bandha 

MUDRA

Sigillo, gesto simbolico che produce effetti sottili, allontana il dolore e consente di cogliere un’esperienza universale.

Principali mudra secondo la codifica dello yoga tradizionale.

Si studieranno alcune asana che possono evolversi in mudra mediante l’uso di punti di concentrazione, di pranayama e di intenzione del respiro.

Kumbaka e bandha.

Una parte riguarderà lo Yoga delle mani: studio e pratica dei Mudra da praticare con le mani.

  • MANTRA YOGA – 4h       

Insieme di pratiche dedicate alla purificazione della mente per mezzo della recitazione vocale sussurrata o mentale di sillabe, parole, versi provenienti dalla tradizione yogica.

Studio delle relazioni tra suono e stati d’animo.

  • FISIOLOGIA della MEDITAZIONE e dei CORPI SOTTILI – 20h

Cenni generali di filosofia yoga della respirazione e della meditazione.

Gli effetti delle asana sull’apparato scheletrico, muscolare e sugli organi.

Fisiologia delle singole posizioni: sperimentazione pratica atta a comprendere i meccanismi d’azione.

Fisiologia del sistema nervoso: sperimentazione pratica per comprendere i meccanismi delle principali tecniche di meditazione.

Il ristabilimento dell’equilibrio delle ghiandole endocrine e loro correlazione con i chakra.

Il sistema delle onde celebrali (vedi Evolutivamente)

Pratiche per migliorare i più diffusi disturbi del sistema nervoso (ansia, crisi di panico, depressione, dipendenze).

Condotta di vita del praticante Yoga: cenni di corretta alimentazione

  • PRANAYAMA  e SHATKARMA – 50h

Significato e scopo

Relazione fra pranayama e respirazione

Caratteristiche del respiro spontaneo

Correlazione tra respiro personalità e stati d’animo

Autoanalisi del respiro

Varianti classiche

  • NUTRIZIONE e FILOSOFIA ALIMENTARE – 8h

Alimentazione yogica Shatkarma, tecniche di purificazione dell’Hatha Yoga. 

  • RAJA YOGA, MEDITAZIONE e PRATICA – 30h

Cessazione di ogni agitazione mentale per raggiungere la condizione di testimone.

Punto di arrivo del percorso yogico.

Approfondimento dello Yoga Citta Vritti Nirodha dagli Yoga Sutra di Patanjali.

Yoga Nidra e tecniche di rilassamento profondo.

Il silenzio interiore Antar Mouna.

Dharana.

Ajapa- japa.

Dhyana.

Aspetti teorici e pratici della meditazione.

  • ANATOMIA e FISIOLOGIA dell’ATTIVITA’ MOTORIA – 8h
  • ANATOMIA ENERGETICA: Elementi di medicina tradizionale cinese, fisiologia dei Chakra (Mod A) – 13h 

Modulo teorico ed esperienziale.

L’energia nelle tradizioni orientali e occidentali.

QI – Meridiani energetici.

Prana: Chakra e Nadi – Sushumna: l’asse centrale del corpo umano.

Bioenergia

Connessione tra il microcosmo (uomo) e il Macrocosmo (ambiente, società, pianeta, cosmo).

Come intervenire sui disturbi energetici (malattie). 

  • ANATOMIA ENERGETICA: Il movimento Yogico (Mod B) – 14h

Sincronia movimento/respiro.

Educazione del corpo al movimento yogico (consapevole) 

  • TESTI CLASSICI YOGA: STORIA e FILOSOFIA Yoga, Cultura del Sub Continente indiano con letture esperienziali testi tradizionali – 40h 

Dottrina dello Yoga.

Cultura brahminica dell’India (modello alternativo alle tendenze materialistiche e consumistiche del nostro tempo): via che conduce alla quiete mentale e al samadhi attraverso i suoi maestri grazie al controllo del corpo e del respiro.

Acquisizione di tale cultura su base scientifica con un atteggiamento aperto al dialogo rifuggendo dal fare semplificazioni e qualunquismi spirituali.

  • PSICOSINTESI PSICOSINTETICA: ASSAGIOLI, Psicologia e Yoga – 8h 

Introduzione alla psicosintesi.

Un percorso di crescita e realizzazione: imparare a coltivare e ad accrescere il benessere Autorealizzazione (realizzazione delle proprie potenzialità).

Laboratorio di trasformazione.

Rapporto tra psicologia e yoga: psicosintesi come ponte tra yoga e psicologia.

  • BIOEN: BIOENERGIA APPLICATA – 24h 

Uso consapevole delle energie sottili attraverso lo studio delle scuole. Sperimentazione delle tecniche del Reiki tradizionale di Usui, la via del Reiki.

Sperimentazione del Theta, tecniche di abbassamento della vibrazione delle onde celebrali da Beta, Alfa in Theta attraverso la meditazione.

  • FISICA DEI QUANTI e IMPLICAZIONI SPIRITUALI – 20h 

Excursus storico: dalla meccanica Newtoniana alla meccanica quantistica.

Laboratorio esperienziale.

Yoga e fisica quantica.

  • RELAZIONE BIOENERGETICA (Relazione di Cura) – 8h 

L’approccio olistico del benessere.

Gestione della relazione con il ricevente.

  • COMUNICAZIONE EMPATICA attraverso il COUNSELING –  8h 

Comprensione e studio del linguaggio.

La forza delle parole attraverso il counseling.

  • EVOLUTIVAMENTE il viaggio esperienziale nella Matrix – 70h

Teoria e pratica.

  • MEDICINA DELL’ESSERE -12h

Medicina Esperienziale.

Biopsicosomatica.

  • LEGISLAZIONE -4h 

La figura legale del terapeuta e dell’insegnante yoga.

  • ANTROPOLOGIA APPLICATA – 16h 

Antropologia culturale e applicata: il viaggio attorno e dentro all’uomo, riti iniziatici, pratica e approccio antropologico al cambiamento (Mod.A e Mod B).

  • ELEMENTI di AYURVEDA – 8h

Cenni storici.

Cenni sulle costituzioni vata, pitta e kapha.

  • ELEMENTI di MASSOTERAPIA e MASSAGGIO SCIAMANICO – 8h 

Le mappe per il tocco.

Sviluppo del tocco intuitivo. 

  • ELEMENTI di DIGITOPRESSIONE nella TRADIZIONE SHIATSU – 8h 

Riequilibrio energetico attraverso la digitopressione lungo i meridiani energetici e in specifici punti del corpo.

  • EPIGENETICA e PSICONEUROENDOCRINOIMMUNOLOGIA – 8h 

Akasha, DNA, DNA “Spazzatura”, telomeri.

Elaborazione delle informazioni percettive da parte del cervello e risposta del sistema endocrino e immunologico.

Elaborazione delle credenze/programmi e costituzione di nuovi programmi di vita in relazione al proprio talento.

  • AVVENTURE della COSCIENZA, lo YOGA SURMENTALE – 8h 

Da  Aurobindo a Bohm.

Il cambio di paradigma, dal livello fisico al livello chimico, al livello energetico per conferire al livello coscienziale.

Lo yoga cellulare o integrale.

  • PSICOTERAPIE e FILOSOFIE ASIATICHE e OCCIDENTALI a CONFRONTO 15h 
  • ELEMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE – 8 h

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

Certificato CEAS

Inoltre ogni anno sono previsti almeno due programmi di formazione professionale continua per permettere sia agli studenti che agli insegnanti di approfondire le proprie conoscenze teoriche e pratiche.

I percorsi tematici  sono strutturati come segue:

  • Pranayama, Meditazione e Shatkarma – incontri a cadenza settimanale della durata di 2 ore ciascuno da settembre a giugno. Laboratorio esperienzale e approfondimento dei testi tradizionali.
  • Approfondimenti di Anatomia e Movimento Yogico, Asana, Vinyasa e altri stili di Yoga (AcroYoga, Yoga in Volo, Odaka Yoga, Ashtanga Yoga etc…) in collaborazione con Professionisti Esterni – Workshop a cadenza mensile o bimestrale della durata di 1 o 2 giorni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi